the secrets of a coolhunter

EN/IT


Finding trends isn’t easy and, most of all, it isn’t for everyone! It is a long and meticulous process, made up of many small details. We were too curious to know all about this world, so we chatted with Clara De Nadal Trias, a emerging Spanish coolhunter, who revealed us some interesting secrets!


Enjoy the reading!



What does a coolhunter do? What does it mean to be a coolhunter?

Coolhunter is the person who is dedicated to listen and observe the society differently, between lines, with intending to know today what is going to happen tomorrow. They understand what consumers want and find missing needs in the market to supply it. All the information can be used for trend reports, by agencies or companies, which use them to connect more and better with their clients.

Finding trends isn’t easy and, most of all, it isn’t for everyone! It is a long and meticulous process, made up of many small details. We were too curious to know all about this world, so we chatted with Clara De Nadal Trias, a emergin Spanish coolhunter, who revealed us some interesting secrets!your environment and society, you will have valuable information to know if your products and services can meet the needs of both consumers and society.

Because of that, after this pandemic, if you mix what we need with what the entire world needs, we can achieve a better world, more comfortable, more sustainable. Coolhunting helps this investigation and start to create without destroying.


What can a coolhunter provide?

Looking in a different way helps to look beyond the obvious, trying to imagine based on what has already been, of what is being, make hints, investigations, predictions of where is going the society, open eyes, and being conscious of the missing needs that exist every day. A coolhunter sociologically studies people and provides information to improve services and companies.




Traditional or digital coolhunting? Why?

Both! Traditional coolhunting would be at the field level, going outside, travel, see with your own eyes, touch it, feel it, speak with people. Digital coolhunting would be through the digital environment, but in the end the methodology that we use to investigate is the same, just the tools change in digital format or organic.


What are the trends that dominate today?

This pandemic is being a trendsetter, because people are tending to smart working, doing more sport at home, cooking, having digital relations... We’re redefining spaces, not only for the social distance, we’re finding new ways of consumption and sustainability. For example, before the pandemic the issue of climate change was seen as a way to collaborate and stop polluting by some companies and a business by others; now air traffic is reducing and it encourages proximity consumption.

A lot of people find this moment as an opportunity to study what they really like: they start to follow meditation, yoga, pilates. Before the pandemic there was a world personal crisis, there were many sad people or not satisfied with their lives.


What do you look at when you are hunting trends?

In everything, I look at people, at non- verbal language, I watch people in stores, their behavior, what are they touching, and what they buy at the end. I hear conversations, imagining which was the question. It’s important to look at their needs. For example, you look at TikTok to know that people have the need to appear and show their realities or you can see people souls just for what they write. Social media helps to hunt trends, but also people, going outside and travel are important for this mission.


How do you think social media affects this profession?

In my opinion, there are only advantages and just one disadvantage. The advantages are that you go further and you have the possibility to speak with people around the world, to go deep and know more about people and trends. The only disadvantage is that it enhances over information or disinformation. In the coolhunting world, there are many mysteries, for example, I have been the first person to create a course in which you can find the theory, the tools and the methodology of the coolhunting, the over information, is that everybody can give their opinion, even if they’re not completely informed, growing inaccuracies.



How do you think quarantine affects your profession?

In my case it has affected in a positive way. This situation is a big opportunity, except for the deaths and the disease, to analyze society. So many things are changing so fast, new trends are growing, new habits are been created, beliefs... At the research level is exciting! If we talk about my profession, this pandemic is an opportunity to research more and better. For me, this situation only generated advantages, because I’m doing research constantly and I’m knowing myself a little more every day, I’m getting to know my partner from another point of view, my environment, my friends, but also I have some kind of relationship with my neighbors too!


How does coolhunting help fashion?

Trends are clues, ways of doing, currents, directions. Fashion is something that is already on the street, its something tangible; it becomes a trend when it's followed by not so many people or it starts to be a direction. Fashion is not only clothes, but also everything that has implicit the esthetic concept, as architecture, gastronomy, restoration, painting, and decoration.


Tell us more about your course.

I wanted to make accessible the profession of coolhunting and the concept of it for everyone. I think education should be accessible and universal for everyone. When I started in 2009, I contacted all the coolhunters around the world, with my surprise most of them answered me saying that they weren’t going to help me, because in this world there is too much ego, apart from a lot of secrecy. I have 11 years of experience, 11 years where you can see that what I say is what happens and I do a good job. I wanted to make this course accessible to everyone, I want to help people that have a curiosity for this fashion world. This course has theory, methodology, tools, and also an introduction to experiential marketing and influence marketing, it also includes a practice exercise that I correct and a 1-hour private lesson with me.


If you wanna know more about her CLICK HERE


ITA


Trovare le nuove tendenze non è facile e, soprattutto, non è per tutti! È un processo lungo e minuzioso, fatto di tanti piccoli dettagli. Noi eravamo troppo curiosi di conoscere questo mondo, per questo, abbiamo parlato con Clara De Nadal Trias, una famosa coolhunter spagnola, che ci ha rivelato alcuni interessanti segreti!


Buona lettura!

Cosa significa essere un coolhunter e cosa fa?

Coolhunter è la persona che si dedica ad ascoltare e osservare la società in modo diverso, tra le righe, con l'intento di capire oggi cosa succederà domani. Intuisce cosa cercano i consumatori e trova nel mercato i bisogni mancanti per fornirli. Tutte le informazioni possono essere utilizzate per report sui trend da agenzie o aziende, che le gestiscono per connettersi di più e meglio con i loro clienti.

Io mi identifico in questa frase: "il segreto non è guardare di più, ma guardare in modo diverso". Confermo che è del tutto vera, le tendenze sono indizi, non sono cose tangibili, sono le direzioni di come vanno le cose. Se riesci a capire cosa vogliono i consumatori e cosa sta succedendo nel tuo ambiente e nella società, avrai informazioni preziose per sapere se i tuoi prodotti e servizi potranno soddisfare le esigenze sia dei consumatori che della società.

Per questo motivo, dopo questa pandemia, se si mescola ciò di cui abbiamo bisogno con ciò di cui il mondo intero ha bisogno, possiamo ottenere un mondo migliore, più confortevole, più sostenibile. Coolhunting aiuta questa indagine contribuendo a creare senza distruggere.

Cosa può fornire un coolhunter?

Guardare in modo diverso aiuta a vedere oltre l'ovvio, cercando di immaginare sulla base di ciò che è già stato, di ciò che è, dare suggerimenti, indagini, previsioni di dove sta andando la società, aprire gli occhi, ed essere coscienti dei bisogni mancanti presenti ogni giorno. Un coolhunter studia sociologicamente le persone e fornisce informazioni per migliorare i servizi e le aziende.

Coolhunting tradizionale o digitale? Perché?

Entrambe le cose! Il coolhunting tradizionale sarebbe sul campo, andare fuori, viaggiare, vedere con i propri occhi, toccare, sentire, parlare con le persone. Il coolhunting digitale sarebbe attraverso l'ambiente digitale, ma alla fine la metodologia che usiamo per indagare è la stessa, solo gli strumenti cambiano nei formati digitali o organici.

Quali sono i trend che dominano oggi?

Questa pandemia sta creando nuove mode, perché la gente tende a lavorare in smart working, a fare più sport a casa, a cucinare, ad avere relazioni digitali... Stiamo ridefinendo gli spazi, non solo per la distanza sociale, stiamo trovando nuovi modi di consumo e di sostenibilità. Ad esempio, prima della pandemia la questione del cambiamento climatico era vista come un modo per contribuire e fermare l'inquinamento da parte di alcune aziende e un business da parte di altre; ora il traffico aereo si sta riducendo e incoraggia il consumo a km0.

Molte persone trovano questo momento come un'opportunità per studiare ciò che amano veramente: iniziano a seguire corsi di meditazione, yoga, pilates. Prima della pandemia c'era una crisi personale mondiale, c'erano molte persone tristi o non soddisfatte della propria vita.

Cosa guardi quando vai a caccia di trend?

Tutto, guardo le persone, il linguaggio non verbale, guardo la gente nei negozi, il loro comportamento, cosa toccano e cosa comprano alla fine. Sento le conversazioni, immaginando quale fosse la domanda. È importante analizzare le loro esigenze. Per esempio, guardando TikTok si capisce che le persone hanno il bisogno di apparire e mostrare la loro realtà, mentre si può vedere l'anima delle persone solo per quello che scrivono. I social media aiutano a trovare le tendenze, ma anche le persone, uscire e viaggiare sono importanti per questa missione.

Come pensi che i social media influenzino questa professione?

Secondo me sono tutti vantaggi e solo uno svantaggio. I vantaggi sono che si va oltre e si ha la possibilità di parlare con persone di tutto il mondo, di andare più a fondo e di conoscere meglio gli individui e i trend. L'unico svantaggio è che favorisce un eccesso di informazione o disinformazione. Nel mondo del coolhunting, ci sono molti misteri, per esempio, sono stata la prima persona a creare un corso in cui si possono trovare la teoria, gli strumenti e la metodologia del coolhunting, il sovraccarico cognitivo, è che tutti possono dare la loro opinione, anche se non sono completamente informati, aumentando le imprecisioni.

Come pensi che la quarantena influisca sulla tua professione?

Nel mio caso ha influito in modo positivo. Questa situazione è una grande opportunità per analizzare la società, fatta eccezione per i decessi e la malattia in sè. Tante cose stanno cambiando così velocemente, nascono nuove tendenze, si creano nuove abitudini, nuove credenze... A livello di ricerca è emozionante! Se parliamo della mia professione, questa pandemia è un'opportunità per fare più ricerca e migliorarla. Per me questa situazione ha generato solo vantaggi, perché continuo a fare ricerca e mi conosco ogni giorno un po' di più, conosco il mio partner da un altro punto di vista, il mio ambiente, i miei amici, ma anche i miei vicini di casa!

In che modo il coolhunting aiuta la moda?

Le tendenze sono indizi, modi di fare, correnti, direzioni. La moda è qualcosa che è già sulla strada, è qualcosa di tangibile; diventa una tendenza quando è seguita da non molte persone o inizia ad essere una direzione. La moda non è solo abbigliamento, ma anche tutto ciò che contiene in sé il concetto di estetica, come l'architettura, la gastronomia, il restauro, la pittura, la decorazione.

Parlaci più a fondo del tuo corso.

Volevo rendere accessibile a tutti la professione del coolhunting e il suo significato. Penso che l'educazione debba essere accessibile e universale per tutti. Quando ho iniziato nel 2009, ho contattato molti coolhunter del mondo, con mia grande sorpresa la maggior parte di loro mi ha risposto dicendo che non mi avrebbero aiutato, perché in questo mondo c'è troppo ego, oltre a tanta segretezza. Ho 11 anni di esperienza, 11 anni in cui si vede che quello che dico è quello che poi succede e faccio un buon lavoro. Ho voluto rendere questo corso accessibile a tutti, voglio aiutare le persone che hanno interesse per il mondo della moda. Questo corso ha teoria, metodologia, strumenti, e anche un'introduzione al marketing esperienziale e all'influence marketing, include anche un esercizio pratico che correggo e una lezione privata di un'ora con me.


A project by

Blank and

24 Pr & Events

Patronage by

Contacts:

+39 334 9144961

hello@milanfashionclub.com

 

Via Carlo Torre 28 - 20143, Milan

Let's get in touch!

© 2020 - P.IVA 05322570879 - All Rights Reserved - Terms & Conditions